ASSOCIAZIONE CULTURALE ROMA OLTRE LE MURA
TEL. e FAX 06/89538049; 338/3373684 
Sito Web www. romaoltrelemura.it                                       
__________________________________________
Prenotazione obbligatoria
Soci € 5,00 non Soci € 7,00 
__________________________________________

ORATORI E LUOGHI DI CULTO PRIVATI A ROMA

Nel vastissimo panorama di chiese e luoghi di culto a Roma un posto particolare meritano dei piccoli edifici sacri, che nascono come riservati e non destinati alla frequentazione pubblica.
Si tratta degli oratori delle confraternite, le antiche associazioni che svolgevano opere di misericordia, delle chiese riservate ai membri delle congregazioni e delle accademie, che erano sodalizi che riunivano artisti, artigiani, ecc., e delle cappelle private all’interno di palazzi della Santa Sede e delle nobili famiglie. Visitare questi luoghi di culto, veri scrigni d’arte, permette anche di conoscere meglio la vita sociale della Roma dei secoli passati.

1. CAPPELLA DEI MAGI NEL PALAZZO DI PROPAGANDA FIDE

Questa splendida cappella, capolavoro dell’architettura barocca, fu progettata e realizzata da Gianlorenzo Bernini, per volontà del Card. Antonio Barberini, fratello del papa Urbano VIII. Costruita intorno al 1634, la cappella si trova all’interno del grandioso palazzo cinquecentesco, sede della Congregazione di Propaganda Fide e che fu ristrutturato nel XVII secolo dallo stesso Bernini e, più tardi, dal Borromini. L’elegantissimo ambiente è uno scrigno di opere d’arte di pittura e di scultura.

2. CAPPELLA DEL SANCTA SANCTORUM DELL’ANTICO PATRIARCHIO

Nei pressi di San Giovanni in Laterano, era la cappella privata dei papi, fin quando risiedettero nell’antico palazzo lateranense. È in pratica l’antecedente della Cappella Sistina in Vaticano. Le sue origini sono antichissime ed il suo nome deriva dal fatto che vi erano conservate le più sacre reliquie dei santi e dei martiri. Assolutamente splendida è la decorazione a mosaico e magnifici sono gli affreschi alle pareti e sulla volta, databili al XIII secolo.

3. CHIESA DI SANTA MARIA DELL’ORAZIONE E MORTE

Le origini di questa chiesa risalgono al XVI secolo, quando la venerabile Arciconfraternita dell’Orazione e Morte, che raccoglieva e seppelliva cristianamente i defunti poveri ed anonimi, la fece costruire quale propria sede. Completamente ristrutturata nel XVIII secolo su progetto di Ferdinando Fuga è un capolavoro dell’architettura tardo-barocca, caratterizzata da una originalissima decorazione, che simbolicamente richiama gli scopi sociali e religiosi del sodalizio.

4. ORATORIO DEL GONFALONE

L’edificio risale al medioevo, quando era la piccola chiesa di Santa Lucia, che dal XIV secolo divenne la sede dell’Arciconfraternita del Gonfalone, cosiddetta perché custodiva le insegne di Santa Romana Chiesa. Semidistrutta dalle frequenti alluvioni del Tevere, la chiesa fu abbandonata e ricostruita nelle forme attuali nel XVI/XVII secolo, divenendo l’oratorio dei confratelli del sodalizio. Alla fine del XVI secolo risale la magnifica decorazione pittorica dell’interno con affreschi che raffigurano la “Passione di Cristo”, opera di diversi artisti, tra cui Federico Zuccari, Cesare Nebbia e Livio Agresti. Alla stessa epoca deve essere datato il sontuoso soffitto ligneo intagliato con figure della Vergine e degli apostoli Pietro e Paolo.

5. CHIESA DEI SANTI LUCA E MARTINA

Le sue origini risalgono al VII secolo e fu costruita sulle rovine di una taberna del Foro di Cesare. Nel 1588 la piccola chiesa fu concessa all’Accademia di San Luca e nel secolo successivo fu ricostruita integralmente su progetto di Pietro da Cortona, che realizzò uno dei massimi capolavori dell’architettura barocca. Inaugurata nel 1669, la chiesa conserva al suo interno notevoli opere d’arte di Alessandro Algardi, Sebastiano Conca ed altri artisti.

6. CHIESA DI SANTA MARIA DELL’ORTO

Eretta nel 1494 intorno ad una miracolosa immagine mariana, è ancor oggi sede delle Congregazioni dei Commerci Umili. Rinnovata ed ampliata nel corso del XVI secolo, più volte rimaneggiata nei secoli successivi, presenta una magnifica decorazione pittorica, eseguita da diversi artisti, tra cui spiccano Taddeo e Federico Zuccari. Gli affreschi, di straordinario impatto cromatico, costituiscono uno dei più interessanti palinsesti pittorici del tardo ‘500.

 

CALENDARIO 

1. SABATO 26 FEBBRAIO ore 11.00 Cappella dei Magi

2. SABATO 12 MARZO ore 15.30 Cappella Sancta Sanctorum

3. DOMENICA 20 MARZO ore 16.00 Santa Maria Orazione e Morte

4. MERCOLEDI’ 30 MARZO ore 16.30 Oratorio del Gonfalone

5. SABATO 9 APRILE ore 11.00 SS. Luca e Martina

6. SABATO 16 Aprile ore 10.00
Chiesa di Santa Maria dell'Orto


INDIRIZZI

Cappella dei Magi Via di Propaganda 1 presso Piazza di Spagna
Sancta Sanctorum Piazza san Giovanni in Laterano nell’edificio della Scala Santa
S. Maria O.M. Via Giulia 262
Gonfalone Via del Gonfalone, angolo con Via Giulia
SS. Luca e Martina Clivo Argentario 3, Foro Romano
Chiesa di Santa Maria dell'Orto, Via Anicia 10